Regolamento

Il regolamento del Campionato Italiano 2024 FIARC prevede lo svolgimento in due giornate, il 24 e 25 Agosto. Nella prima giornata gli arcieri, divisi in due gruppi percorreranno separatamente i due campi di gara in cui si mescoleranno le specialità di tiro FIARC Battuta/Round 3D e Tracciato/Percorso. Nel secondo giorno i gruppi di arcieri scambieranno il campo.

La gara ed i suoi regolamenti

Gara 1 – BATTUTA/ROUND 3D

Articolo 1 Tiro alla sagoma fissa e mobile – BATTUTA


Articolo 1.1 Percorso
a) Il percorso della Battuta è composto da 26 bersagli e 14 piazzole. Ogni piazzola deve essere chiaramente indicata da un numero progressivo.
b) Ogni arciere, su ogni sagoma, deve scoccare una sola freccia.
c) Le 26 sagome sono così ripartite:

  1. 6 sagome singole cui corrispondono 6 piazzole indicate da altrettanti picchetti.
  2. 2 sagome mobili cui corrispondono 2 piazzole indicate da altrettanti picchetti.
  3. 12 sagome in 4 gruppi di 3 (simulazione di “branco”) cui corrispondono 4 piazzole indicate da altrettanti picchetti. In ogni “branco” le sagome devono rappresentare animali della stessa specie, ma non necessariamente dello stesso Gruppo. Il bersaglio più lontano qualifica la piazzola.
    Nel tiro al “branco” (gruppo di 3 sagome) è scoccata una freccia per ogni sagoma del “branco”. La sequenza di tiro è obbligatoriamente in allontanamento, dal più vicino al più lontano. Durante la registrazione del punteggio, la sommatoria progressiva si interrompe al primo bersaglio non colpito.
    I bersagli vanno disposti a distanze diverse dal picchetto e non completamente sovrapposti otticamente. Per ogni “branco” deve essere indicato sulla tabella di piazzola il posizionamento dei bersagli con le lettere A, B, C. Le frecce vanno tirate secondo l’ordine progressivo alfabetico.
    4) 6 sagome in 3 gruppi di 2 a tempo limitato cui corrispondono 2 piazzole indicate da altrettanti picchetti. In ogni gruppo le sagome non devono necessariamente rappresentare animali della stessa specie né dello stesso gruppo. Le tre sagome di ogni gruppo vanno disposte a tre distanze diverse dal picchetto, non completamente sovrapposte otticamente. Sulla tabella di piazzola deve essere indicato il posizionamento dei bersagli con le lettere A, B, C. Le frecce vanno tirate secondo l’ordine progressivo alfabetico.
    Nelle piazzole a tempo limitato si somma il punteggio delle tre frecce, anche se vi sono frecce non a punto.
    d) I bersagli devono essere obbligatoriamente così suddivisi, secondo le rispettive distanze massime di tiro:
    Gruppo 1 – Distanza massima m. 40 1 branco, 1 sagoma singola.
    Gruppo 2 – Distanza massima m. 40 1 branco, 1 gruppo a tempo, 1 sagoma singola, 1 mobile.
    Gruppo 3 – Distanza massima m. 30 1 branco, 1 gruppo a tempo, 2 sagome singole, 1
    mobile.
    Gruppo 4 – Distanza massima m. 20 1 branco, 2 sagome singole.
    e) Su tutto il percorso almeno 7 sagome devono essere parzialmente nascoste od
    opportunamente mimetizzate.
    f) 5 frecce devono obbligatoriamente essere scoccate in ginocchio.
    g) Si tirano in totale 26 frecce.

Articolo 1.2 Punteggio
a) Super Spot: 1ª freccia 13 punti
b) Spot: 1ª freccia 11 punti
c) Sagoma: 1ª freccia 7 punti

Articolo 2 tiro alla sagoma fissa – ROUND 3D

Articolo 2.1 Percorso
a) Il percorso del Round 3D è composto da 14 piazzole. Ogni piazzola deve essere
chiaramente indicata da un numero progressivo.
b) Da ogni piazzola si scoccano due frecce, da due differenti distanze, sia da un unico
picchetto su due bersagli diversi, sia da due picchetti diversi sullo stesso bersaglio.
Nel primo caso sulla tabella di piazzola deve essere indicato il posizionamento dei bersagli
con le lettere A e B. Le frecce vanno tirate secondo l’ordine progressivo alfabetico.
Nel secondo caso la progressione di tiro è indicata su ognuno dei due picchetti con i
numeri 1 e 2 oppure mediante una numerazione ad anelli.
c) Tutti i bersagli devono essere obbligatoriamente del tipo tridimensionale.
d) La distanza massima di tiro per tutti i Gruppi è di 35 metri.
Gruppo 1 – 3 piazzole
Gruppo 2 – 3 piazzole
Gruppo 3 – 4 piazzole
Gruppo 4 – 4piazzole
e) 5 piazzole sono a tempo limitato ed hanno un inconfondibile picchetto supplementare di
partenza, dal quale l’arciere, al “Via” del cronometrista, deve partire per recarsi sul
picchetto o sui due picchetti di tiro e tirare le due frecce. Il picchetto di partenza deve
essere inderogabilmente posizionato in modo che l’arciere possa vedere il/i bersaglio/i ed
il/i picchetto/i di tiro.
f) Non possono essere imposti tiri in ginocchio.
g) 2 piazzole devono essere con bersagli mobili: 1 di Gruppo 2 e 1 di Gruppo 3.
h) In questa gara non sono previsti appositi picchetti per le classi Scout.
i) Per ogni piazzola si sommano i punti delle due frecce per un totale di 28 frecce.

Articolo 2.2 Punteggio

PUNTIFreccia 1Freccia 2
Super spot169
Spot147
Sagoma105
Il regolamento per il campionato italiano 2024 FIARC

Gara 2 – TRACCIATO/PERCORSO

Articolo 3 tiro alla sagoma fissa e mobile – TRACCIATO

Articolo 3.1 Percorso
a) Il percorso del Tracciato è composto da 14 piazzole. Ogni piazzola deve essere
chiaramente indicata da un numero progressivo.
b) Da ogni piazzola si scoccano al massimo tre frecce, da tre differenti distanze, sia da un
unico picchetto su tre bersagli diversi, sia da tre picchetti diversi sullo stesso bersaglio.
Nel primo caso sulla tabella di piazzola deve essere indicato il posizionamento dei bersagli
con le lettere A, B e C. Le frecce vanno tirate secondo l’ordine progressivo alfabetico.
Nel secondo caso la progressione di tiro è indicata su ognuno dei tre picchetti con i numeri
1, 2 e 3 oppure mediante una numerazione ad anelli.
c) I bersagli devono essere obbligatoriamente così suddivisi, secondo le rispettive distanze
di tiro:


Gruppo 1 – 3 piazzole Distanza massima m. 55
Gruppo 2 – 3 piazzole Distanza massima m. 40
Gruppo 3 – 4 piazzole Distanza massima m. 30
Gruppo 4 – 4 piazzole Distanza massima m. 20


d) Si tirano al massimo 42 frecce, di queste 5 devono essere scoccate in ginocchio.
e) Per ogni piazzola è valido il solo punteggio della prima freccia a punto.

Articolo 3.2 Punteggio

PUNTIfreccia 1freccia 2freccia 3
Super spot221610
Spot20148
Sagoma16104

Articolo 4 tiro alla sagoma fissa e mobile – PERCORSO

Articolo 4.1 Percorso
a) Il Percorso è composto da 14 piazzole. Ogni piazzola deve essere chiaramente indicata
da un numero progressivo.
b) Da ogni piazzola si scoccano tre frecce, da tre differenti distanze, sia da un unico
picchetto su tre bersagli diversi, sia da tre picchetti diversi sullo stesso bersaglio. Nel
primo caso sulla tabella di piazzola deve essere indicato il posizionamento dei bersagli
con le lettere A, B e C. Le frecce vanno tirate secondo l’ordine progressivo alfabetico.
Nel secondo caso la progressione di tiro è indicata su ognuno dei tre picchetti con i numeri
1, 2 e 3 oppure mediante una numerazione ad anelli.
c) I bersagli devono essere obbligatoriamente così suddivisi, secondo le rispettive distanze
di tiro:
Gruppo 1 – 4 piazzole distanza massima m. 40
Gruppo 2 – 4 piazzole distanza massima m. 40
Gruppo 3 – 3 piazzole distanza massima m. 30
Gruppo 4 – 3 piazzole distanza massima m. 20
d) 5 piazzole devono essere a tempo limitato.
e) 5 frecce devono obbligatoriamente essere scoccate in ginocchio.
f) Per ogni piazzola si sommano i punti delle tre frecce, per un totale di 42 frecce.

Articolo 4.2 Punteggio

PUNTIfreccia 1freccia 2freccia 3
Super spot1197
Spot975
Sagoma642